Il monopattino elettrico sarà uno dei mezzi di trasporto ecologici più utilizzati – Come scegliere il migliore?

Il 2020 si preannuncia già come l’anno del monopattino elettrico.
Dati alla mano, le statistiche ci dicono infatti che il monopattino elettrico si attesta come uno dei mezzi di trasporto più utilizzati ed ecologici, sempre più scelto in città. Decisamente comodo per spostarsi, non inquinante, facile da riporre e trasportare, fondamentale per evitare il traffico, non tutti i monopattini elettrici però sono uguali.
Se anche voi avete deciso di unirvi al popolo degli utilizzatori di questo semplice ma geniale mezzo di trasporto, questa guida potrà esservi utile. Vedremo infatti quali sono le caratteristiche alle quali dovreste fare caso per scegliere il modello migliore per le vostre esigenze.

Monopattino elettrico: dal gioco alla necessità

La prima cosa da specificare è la modalità di utilizzo e di funzionamento del monopattino elettrico. Questo mezzo di trasporto, come il suo ‘cugino’ e-skate, è sempre in evoluzione, e oggi può vantare delle prestazioni davvero performanti. Tutti, da piccoli, ci saremo cimentati almeno una volta con pattini o monopattini. Il monopattino elettrico, almeno anni fa, è nato quindi con un obiettivo ludico, dedicato principalmente al target dei giovanissimi. Sempre di più però è diventato uno strumento fondamentale per combattere l’inquinamento in città e per evitare ore ed ore di imbottigliamento nel traffico. Oggi l’utente standard è l’adulto che lo usa per gli spostamenti da casa al lavoro e viceversa. Ma quali sono gli elementi che possono aiutarci a scegliere il miglior modello?

Il prezzo

Una delle prime cose da valutare è il costo. I prezzi dei monopattini naturalmente, come per ogni cosa, variano a seconda del modello e delle caratteristiche del prodotto. Un monopattino standard, con tutte le funzionalità di base montate, potrebbe partire da una cifra di circa 150,00 euro. Si tratta di modelli pensati però più per i ragazzini, e quindi se intendete usare il monopattino per spostamenti più importanti, indirizzatevi verso quelli che costano almeno 800-900,00 euro. In questo caso sarete certi di acquistare un modello di maggior efficienza e prestazioni.

L’utilizzo
Un altro fattore chiave, che determina come abbiamo visto il fattore ‘costo’ ma anche molti altri aspetti, è l’impiego che dovete fare del monopattino stesso. Se il mezzo sarà usato per scopi ludici, magari per il week-end o per spostarsi da turista nel centro città, può andare bene un modello con autonomia base e le ruote adattabili alle strade lastricate dei centri storici. Se invece pensate di usare il monopattino in maniera più frequente e impegnativa, come ad esempio per spostarvi tutto il giorno in città in mezzo al traffico, la sicurezza dovrà essere di certo il fattore da mettere al primo posto. Ruote adatte per eventuali buche o strade disconnesse o fangose, illuminazione di sicurezza per farvi notare in strada e così via.

L’autonomia

Un altro fattore importante da considerare per scegliere i monopattino giusto è quello dell’autonomia della batteria che monta. Quanto dura la batteria del modello che vi interessa? La cosa è importante per valutare la distanza che potete percorrere senza problemi. Facciamo un esempio pratico. La distanza tra casa e ufficio misura 20 chilometri. Considerando il ritorno, dovreste orientarvi sui modelli che garantiscono almeno 40 chilometri di autonomia. Se invece pensate di usarlo per una gita in centro e pensate di passarci diverso tempo, scegliete i modelli con autonomia anche inferiore. Orientatevi sicuramente sui modelli che montano le batterie al litio, più performanti.

Ruote e sicurezza

Ecco un altro fattore importantissimo da considerare per la scelta. Se vi spostate in città, come abbiamo accennato, le ruote del monopattino elettrico dovrebbero essere piccole e leggere. Sono infatti le migliori per gli spostamenti nelle stradine, spesso in salita, dei centri storici.
Tutti i monopattini sono omologati con i livelli di sicurezza standard, ma sarebbe bene scegliere quelli con i freni a disco, che garantiscono la frenata più efficace unita alla maggiore tenuta di strada. Se invece usate il monopattino in una zona priva di traffico in cui non incorrete nel pericolo di brusche frenate, preferite i freni con sistema rigenerativo. Meno performanti certo, ma ogni volta che frenerete la batteria si ricaricherà.

Adesso avete tutti gli elementi per scegliere al meglio!

Lascia un commento